Diario di una gastronauta alle prime armi.

sabato 27 maggio 2017

Gnocchi di patate viola con fonduta al parmigiano reggiano e salvia croccante

Passeggiavo al supermercato,come di consuetudine il sabato mattina (giorno di spesa), quando fra i banchi ho notato questi gnocchi di patate viola; essendo io una tipa curiosa, in cucina più che in altri campi, non ho potuto fare a meno di acquistarli. Una volta portatili a casa però non sapevo proprio come cucinarli non avendoli mai assaggiati e così mi sono messa a sfogliare qualche libro di cucina ed è spuntata questa ricetta che sembrava fare proprio al caso mio! nella ricetta in questione gli gnocchi erano quelli di zucca ma poco male, ho deciso di utilizzare quelli di patate viola e il risultato è stato soddisfacente oltre che super goloso, provare per credere 😏! eccovi la ricetta

Ingredienti (per 2 persone)
500 gr di gnocchi di patate viola  * 100 gr di parmigiano reggiano * 20 gr di burro * 2 cucchiai di farina 00 * 1 bicchiere di latte * 4/5 foglie di salvia * sale * pepe * noce moscata

Preparazione
Mettete subito una bella pentola d'acqua sul fuoco. Adesso con la farina, il latte e il burro prepareremo un roux, una salsina che sarà la base per la nostra fonduta al parmigiano. Iniziate facendo sciogliere in un pentolino a fuoco lentissimo il burro dopodiché una volta sciolto toglietelo dal fuoco e unite un cucchiaio di farina; amalgamate bene il tutto fino ad ottenere un composto senza grumi e poi rimettete il pentolino sul fuoco e aggiungete il parmigiano, il bicchiere di latte, il sale, il pepe e la noce moscata. Mescolate a fuoco lento fino ad ottenere una bella crema vellutata, spegnete il fuoco e lasciate riposare. Adesso preparate la salvia croccante :  accendete il forno a 180° gradi, preparate una pastella con 1 cucchiaio di farina, 2/3 dita d'acqua e una presa di sale. Amalgamate il tutto e intingeteci una per una le foglioline di salvia. Disponetele ora su una placca rivestita di carta da forno e cuocete 5 minuti per lato, dopodiché sfornatele e tenetele da parte. A questo punto salate l'acqua per cuocere gli gnocchi e tuffateceli dentro fino a cottura.
Prendete adesso un piatto, disponete sul fondo una buona quantità di fonduta al parmigiano, aggiungete gli gnocchi e completate il tutto con qualche foglia di salvia croccante. Ed ecco il risultato, invitante eh?


sabato 6 maggio 2017

Torta Chantilly, con crema pasticcera panna montata e granella di nocciole

Si avvicina la sessione estiva e in questo periodo mi è veramente difficile sperimentare e sbizzarrirmi in cucina come amo fare, ma oggi è davvero il caso di dedicare un pò di tempo alla ricetta di questa fantastica torta : morbida, cremosa e veramente molto simile a quelle che potete trovare in pasticceria, garantito 😉 !
E' una preparazione lunga,ovviamente, visto che bisogna preparare nell'ordine la base per la torta , la crema chantilly e la panna montata, ma vi assicuro che è tempo ben investito e ve ne accorgerete al primo boccone 😃
Vediamo gli ingredienti

Ingredienti (per uno stampo di 24 cm circa)

  • base o Torta Maddalena
4 uova * 120 gr di zucchero semolato * 40 gr di fecola di patate * 80 gr di farina per dolci * 40 gr di burro fuso

  • per la crema pasticcera
400 ml di latte intero * 100 ml di panna fresca * 8 tuorli d'uovo * 40 gr di maizena o amido di mais * 150 gr di zucchero semolato * 1 bacca di vaniglia

  • per decorare
100 ml di panna da montare fredda

Preparazione
Cominciate a preparare la base, chiamata anche torta Maddalena, particolarmente adatta rispetto al semplice pan di Spagna per la realizzazione di questa torta. Mettete 2/3 dita d'acqua in un pentolino e ponetelo sul fuoco, a fiamma dolce. Sistemateci sopra o all'interno una ciotola più piccola e a questo punto, dentro, montateci con le fruste elettriche le uova insieme allo zucchero semolato.
Quando avranno triplicato il loro volume, togliete il recipiente con la montata di uova dal bagnomaria e continuate a montare finché il composto non sarà tornato a temperatura ambiente. Aggiungete a questo punto, poco alla volta, la farina e la fecola setacciate e un pizzico di sale, mescolando delicatamente con una spatola, dal basso verso l’alto per evitare di far smontare il tutto.Incorporate a filo il burro sciolto intiepidito fino a completo assorbimento. Versate il composto in uno stampo da 22 cm imburrato e infarinato.Cuocete in forno caldo a 190°C per circa 40 minuti. Prima di sfornare la torta ricordatevi di fare la prova stecchino, affinché risulti cotta dovrà uscire asciutto e pulito. 

Lasciate che la base si raffreddi e nel frattempo dedicatevi alla preparazione della crema pasticcera, che ho realizzato seguendo la ricetta del celebre chef torinese Luca Montersino. Montate i tuorli d’uovo con lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia sino a renderli ben spumosi, quindi aggiungete l’amido di mais, mescolando bene. In una casseruola mettete a scaldare il latte e la panna. Quando arriverà quasi a ebollizione, togliete dal fuoco e aggiungete la montata di uova senza mescolare. Rimettete la casseruola sul fuoco e attendete che il latte riprenda il bollore. Quando il latte, bollendo, tenderà a ricoprire la montata di uova che ci galleggiava sopra, rimontare velocemente con una frusta per 15/20 secondi o comunque sino a che la crema non diventerà, come per magia, densa e morbida.Trasferire la crema così ottenuta in un contenitore largo e basso, ricoprendola subito con la pellicola per alimenti. Per evitare la formazione della fastidiosa pellicina in superficie, mettete la pellicola direttamente a contatto con la crema. Lasciate raffreddare anche la crema per almeno un'ora e mezza. Montate la panna per decorare, con le fruste elettriche. Tagliate la torta Maddalena a metà e farcitela con la crema pasticcera. Ricomponete la torta e stendete la crema chantilly rimanente sui lati e sulla superficie. Decorate i lati con la granella di nocciole. Sistemate quindi la torta sul piatto da portata e, con la panna rimanente, decoratene la superficie, facendo dei fiocchetti utilizzando una sac a poche col beccuccio adatto. Io ho aggiunto sulla superficie anche alcune semplici codette al cioccolato. 
Et voilà, a voi questa fantastica leccornia!